strisce A-m.png

rendez-vous

realtà virtuale site specific

IMG_0512.jpg
ZED-cam-INTERO-sx-WEB.png

rendez - vous

di Fabien Prioville 

01 | 04 settembre
dalle 17:30 alle 23:00

Le Serre dei Giardini Margherita - Gabbia del leone

Fabien Prioville esplora le sfide della più recente tecnologia VR e le relative possibilità per la danza contemporanea.

Lontano dal palcoscenico, nella realtà virtuale, viene sviluppata un'installazione di video-danza che amplia la dimensione teatrale in due direzioni: non solo le registrazioni delle coreografie sono in uno spazio pubblico, ma l’installazione stessa sarà mostrata agli spettatori solo nei rispettivi luoghi di registrazione, attraverso un visore VR.

L'esperienza visiva abituale dello spettatore viene messa in discussione e il visore VR offre una nuova prospettiva di esperienza e partecipazione alla danza contemporanea. L'installazione è un gioco di sensi, perché sebbene il luogo della performance virtuale sia lo stesso di quello fisico dello spettatore, attraverso la tecnologia VR si entra in una nuova percezione dello spazio e della danza.; la vicinanza al corpo del danzatore è resa tangibile in un modo mai conosciuto prima.

 

 

CREDITI

Ideazione e Coreografie: Fabien Prioville

Assistente Coreografa: Francesca Ciaffoni

Operatore Camera 360° e Montaggio: Gianluca Benvenuti by Loblò

Danzatrici: Chiara Merolla, Veronica Zambonelli, Melissa Salimbeni, Cecilia Franceschelli, Sofia La Cava, Annachiara Gallo

Musica: Steve Reich

Amministrazione: Alexandra Schmidt

Una co-produzione: fabien prioville dance company and ZED Festival

Un ringraziamento speciale a: Le Serre dei Giardini Margherita

Col sostegno di: Ministry of Culture and Science North Rhine Westphalia

Prioville 1.jpg
IMG_0530.jpg
Prioville 2.jpg

Fabien Prioville Dance Company

Fabien Prioville si è diplomato al Centre National de Danse Contemporaine (CNDC) di Angers. In seguito ha lavorato con Édouard Lock e la sua compagnia "La La La Human Steps" in Canada prima di unirsi a Philippe Blanchard a Stoccolma. Nel 1999 è diventato membro del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch, dove si è esibito in repertori come Cafe Müller. Ha recitato anche nei film Talk to Her (2002) di Pedro Almodovar e Pina (2011) di Wim Wenders.

Dal 2006 lavora come danzatore e coreografo freelance e ha collaborato con Josef Nadj e Davis Freeman, Louise Lecavalier, Shutaro Oku, Hauschka, Tetro +A, Chris Cutler, Michiel van Erp, tra gli altri. I suoi vari lavori su commissione lo hanno portato alla Juilliard School di New York e in Giappone con: Tokyo Festival, Theater Group En, Dance Dance Asian, Ballet-NOAH. Altri lavori: Perth Australia, Tanztheater Regensburg, Tanztheater Bielefeld Germania, I.T.A Amsterdam, Holland Dance Festival Den Haag, Attakkalari Biennial Bangalore India, Bolivia, Montreal Canada, Mali, CDC La Termitière Burkina Faso. Festival ADAF di Atene, Super 24 con Oschool Singapore.  È invitato a livello internazionale a tenere workshop e coaching per artisti emergenti.