strisce A-m.png

ZED Festival

ZED scritta web 02 - XS TRASP.png
ZED-cam-INTERO-sx-WEB.png

Ristabilire le regole, cambiare le abitudini, ricomporre i fattori e esplorare nuovi luoghi performativi, è ciò che abbiamo appreso in questo anno pandemico. Ci siamo aperti con consapevolezza a esperienze libere, dinamiche, travolgenti e stravolgenti per rendere gli spettatori immuni da vincoli spaziali e temporali. Abbiamo giocato con elementi e possibilità per nutrire conoscenze individuali e collettive. Abbiamo generato smaterializzazioni artistiche, poetiche meccaniche e  sinergie esplosive.

Per la sua terza edizione il festival si immerge nell'inconscio dell'animo umano inseguendo alcune domande centrali e significative di questo anno pandemico.

 

Può un'opera d'arte raccontare le sensazioni che abbiamo emotivamente vissuto nella distanza delle relazioni?

 

 

Può raccontarci qualcosa di noi che ancora non conosciamo?

Le risposte sono celate in un programma ricco e variegato che ancora una volta esplora la videodanza oltre i suoi stessi confini. 

 KYKEON | Mária Júdová and Constantine Nisidis