Divulgazione

Tra le varie attività della prima edizione, ZED Festival propone momenti di riflessione e approfondimento su una disciplina in continua evoluzione, per questo ha deciso di avvalersi della consulenza scientifica della Professoressa Elena Cervellati, docente di Storia della danza e delle arti del movimento e di Teorie e poetiche della danza di DAMS Bologna, e di quella di Enrico Coffetti di Cro.me. (Cronaca e Memoria dello Spettacolo), associazione finalizzata alla promozione della danza attraverso lo strumento video. Una sezione di incontri è affidata a Coreografo Elettronico, piattaforma prestigiosa per la condivisione e il riconoscimento della videodanza quale espressione artistica 

La finalità degli incontri è quella di fornire strumenti di lettura del fenomeno videodanza che siano precisi e esaustivi per permettere un approccio completo, scientifico e un approfondimento professionale e specialistico dell'arte coreutica espressa attraverso il video in una forma completa e complessa.

Tutti gli incontri di approfondimento si svolgeranno all'interno della struttura del MAMbo e permetteranno di informare, educare, aggiornare, sorprendere, diventando a loro volta un efficace strumento di promozione della videodanza

 

Incontri tematici

Venerdì 5 luglio 2019, ore 10.30-12.30

 

FOCUS GIAPPONE

Tendenze, personaggi e storia

della danza in video del Sol levante

a cura di Elena Cervellati, Enrico Coffetti
MAMbo / Sala conferenze
Evento gratuito

Lunedì 8 luglio 2019, ore 10.30-12.30

 

QUI E ORA

Le più recenti produzioni alla luce

della breve storia della danza dal vero

a cura di Giulia Taddeo, Enrico Coffetti
MAMbo / Sala conferenze
Evento gratuito

Giovedì 11 luglio 2019, ore 19-21

 

NO BORDERS

Paesaggi e spazi reali ed irreali della videodanza

a cura di Elena Cervellati, Enrico Coffetti
MAMbo / Sala conferenze
Evento gratuito

Martedì 9 luglio 2019, ore 10.30-12.30

 

COREOGRAFO ELETTRONICO

Dal festival all'archivio: un trentennio di video-danza

a cura di Vito Di Bernardi, Noemi Massari e Letizia Gioia Monda (Sapienza Università di Roma in collaborazione con Fondazione Donnaregina per le Arti Contemporanee/Museo Madre di Napoli)


MAMbo / Sala conferenze
Evento gratuito

Questo intervento mira a presentare alcune tappe fondamentali della storia del Festival internazionale di videodanza Il Coreografo Elettronico fondato a Napoli nel 1990 come iniziativa dell'Associazione Napolidanza. Il festival oggi ha raggiunto la XXII edizione offrendo negli anni una piattaforma prestigiosa per la condivisione e il riconoscimento della videodanza quale espressione artistica che nasce negli anni Novanta dal connubio tra danza e tecnologie elettroniche e digitali. Il corpus delle opere presentate durante il concorso ha fatto sì che si costituisse nel corso degli anni un archivio di grande valore storico, emblema di un'eredità culturale ed importante strumento di indagine per esplorare la memoria della danza contemporanea. Oggi custodito presso la Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee/Museo Madre di Napoli, l'archivio è curato grazie alla collaborazione con la Sapienza Università di Roma.

© 2019 by Compagnia della Quarta. compagniadellaquarta.it